Iconografia francescana

Le immagini di questa raccolta, nascono essenzialmente dall’esigenza di rende­re visibile la sollecitudine di Cristo verso i suoi fedeli per mezzo di Francesco, reso con l’impressione delle Stimmate, sommamente capace di comunicare il Signore Gesù con la parola e la vita ma anche con la materialità del gesto e dell’espressione corporale.

II ruolo e la responsabilità di comunicare Cristo è ben fisso nella coscienza di Francesco, sia che parli con Frate Leone, o con­verta il lupo di Gubbio, o che sia assorto in contemplazione.

Gli autori di queste immagini, anche di quelle più umili, sem­brano aver colto appieno questa idea volendo perpetuare nel tem­po, anche attraverso la semplicità del segno grafico, la presenza di Francesco da cui traspare quella di Cristo.

“Cristo rinnova la sua vita e la sua passione in un uomo, cioè Francesco povero e mendico” . In questa espressione dei Fioretti è tutta la dimensione cristologica della vita di S. Francesco e di questa raccolta di stampe.

Cristo che parla, che soffre e salva traspare, come in filigrana, dai gesti e dalla vita di Francesco per ridare linfa a una umanità che i cronisti tardo medievali non esitano a presentare avvolta nel gelo di vecchiaia precoce e senza speranza.

Questa capacità che Francesco ha di comunicare Cristo con la parola ma anche con la materialità del gesto e dell’espressione corporale, è messa in luce da queste stampe con una consapevo­lezza più intuitiva che riflessa ma sempre grandemente lucida e conseguente. Questo credo sia il motivo della quasi totale assenza in queste immagini di motivi devozionalistici di tipo sentimentale e privatistico. In qualche maniera s’intuisce che S. Francesco è bene comune a cui ci si può accostare solo con animo aperto e disponibile.

La Fraternità francescana di S. Matteo spera che questo mode­sto contributo iconografico sia per tutti un momento di meditazio­ne sulle “grandi cose che il Signore ha fatto” per mezzo del suo signifer et thesaurarius Francesco.

p. Mario Villani o.f.m.

Lingua